DETERMINANTI DELL'ELASTICITA'

I FATTORI CHE INFLUENZANO L'ELASTICITA' DELLA DOMANDA RISPETTO AL PREZZO

DETERMINANTI DELL'ELASTICITA'

L'elasticità della domanda rispetto al prezzo dipende da vari fattori quali:

  • il tipo di bene in esame, di prima necessità o meno;
  • il prezzo e la numerosità dei beni succedanei;
  • la quota di reddito che i consumatori impiegano nell'acquisto del bene considerato;
  • la definizione di mercato;
  • l'ampiezza dell'orizzonte temporale.

Tali fattori sono detti determinanti dell'elasticità.

ELASTICITA' DELLA DOMANDA DI BENI DI PRIMA NECESSITA'

Un primo fattore che influenza l'elasticità della domanda rispetto al prezzo è il tipo di bene considerato. In particolare, per i beni di prima necessità, la domanda è poco elastica alle variazioni di prezzo dato che si tratta di beni indispensabili che il consumatore acquista a prescindere dal livello del prezzo.

La domanda di questi beni è, dunque, anelastica.

Viceversa, la domanda di un bene di lusso è molto più elastica alle variazioni del prezzo.

Chiaramente bisogna sempre tenere conto delle preferenze del consumatore e degli altri fattori che incidono sulla elasticità della domanda.

ELASTICITA' DELLA DOMANDA IN PRESENZA DI BENI SUCCEDANEI

L'elasticità della domanda rispetto al prezzo risente della presenza, della numerosità e del prezzo di eventuali beni succedanei.

Se un bene può essere sostituito con facilità con altri beni, al variare del suo prezzo la domanda si sposterà su beni similari il cui prezzo è inferiore.

A tal fine è utile l'impiego della elasticità incrociata.

QUOTA REDDITO

Quanto maggiore è la quota di reddito destinata all'acquisto del bene considerato, maggiore sarà la sua elasticità rispetto al prezzo.

Esempio: la quota di reddito destinata dai consumatori all'acquisto di sale è estremamente modesta. Se aumenta il prezzo del sale, i consumatori difficilemente ridurranno la quantità acquistata, dato che essa non ha una grossa influenza sugli acquisti totali.
Se, invece, pensiamo alla domanda di un mutuo è evidente che, aumentando il tasso di interesse applicato dalle banche, si riduce sensibilmente la domanda di mutui poiché essi rappresentano una parte considerevole della spesa di una famiglia.

DEFINIZIONE DI MERCATO

L'elasticità della domanda dipende anche da come viene definito il mercato.

Più il mercato è delimitato, più la domanda tende ad essere elastica rispetto al prezzo.

Esempio: possiamo esaminare il mercato delle sigarette nel suo complesso oppure il mercato di una singola marca di sigarette, la marca x.
Il fumatore difficilmente smetterà di comprare sigarette nonostante un aumento del loro prezzo. Quindi, se aumenta il prezzo della marca x la domanda si può spostare su un'altra marca. Pertanto l'elasticità della domanda del bene x risulta essere elevata.
Se, invece, c'è un aumento generale del livello dei prezzi delle sigarette, l'elasticità della domanda sul mercato non varia di molto.

ORIZZONTE TEMPORALE

La domanda di un bene è generalmente più elastica nel lungo periodo poiché nel breve periodo non sempre è facile mettere in atto accorgimenti che vadano a modificare la domanda cosa che, invece, è più facile nel lungo termine.

Nel lungo periodo, infatti, è più facile riuscire a sostituire il bene il cui prezzo è aumentato.

Esempio: se aumenta il prezzo della benzina il consumatore può pensare di sostituire la propria auto a benzina con un'auto elettrica.

 
 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter