LA COMPOSIZIONE DELLA BILANCIA DEI PAGAMENTI

LE PARTI IN CUI SI DIVIDE LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

SUDDIVISIONE DELLA BILANCIA DEI PAGAMENTI

La bilancia dei pagamenti si divide in varie parti:

  • il conto corrente;
  • il conto capitale;
  • il conto finanziario;
  • gli errori e le omissioni.

CONTO CORRENTE

Il conto corrente registra:

  • i movimenti di merci, cioè le esportazioni e le importazioni di beni materiali mobili. Tali movimenti prendono anche il nome di partite visibili e costituiscono la bilancia commerciale;
  • i movimenti di servizi che sono detti anche partite invisibili proprio perché non legate a movimenti di merci. Esempio: tra tali movimenti si comprendono i trasporti, i viaggi, le assicurazioni, altri servizi resi a favore di privati, imprese e pubblica amministrazione;
  • i movimenti di redditi. Esempio: rientrano in questa categoria le imposte e tasse pagate dai non residenti in Italia e quelle pagate all'estero da coloro che risiedono in Italia, gli interessi su titoli esteri, i salari percepiti dai lavoratori non residenti ecc..
  • i trasferimenti unilaterali in conto corrente, cioè transazioni in denaro o in natura che fanno aumentare la capacità di consumo dei beneficiari senza che vi sia una contropartita. Esempio: le rimesse degli emigranti, cioè le somme di denaro che gli emigranti inviano in patria ai propri familiari; i sussidi a soggetti non residenti, le donazioni a soggetti non residenti.

CONTO CAPITALE

Il conto capitale comprende:

  • i movimenti di attività intangibili, cioè le transazioni di beni immateriali. Esempio: le transazioni di brevetti;
  • le transazioni unilaterali in conto capitale, cioè le transazioni in denaro o in natura di beni capitali e di fondi destinati all'investimento. Esempio: contributi all'investimento concessi dall'Ue ad un'impresa italiana.

CONTO FINANZIARIO

Il conto finanziario comprende:

  • gli investimenti diretti, cioè gli investimenti che comportano la gestione di un'attività produttiva all'estero. Esempio: il soggetto residente in Italia che crea un'impresa in un paese straniero oppure il soggetto non residente in Italia che mette su un'impresa nel nostro paese;
  • gli investimenti di portafoglio, cioè operazioni di acquisto o vendita di titoli esteri;
  • i derivati, ovvero dei particolari strumenti finanziari il cui valore dipende da un'altra attività finanziaria o da una attività reale;
  • gli altri investimenti. In questa categoria rientrano i crediti commerciali, cioè i crediti che nascono da operazioni di vendita o di acquisto di merci o da prestazioni di servizi. Ad essi si aggiungono i prestiti e i depositi.

ERRORI E OMISSIONI

La sezione errori ed omissioni della bilancia dei pagamenti viene impiegata per rettificare gli eventuali errori e le omissioni relative alle registrazioni contabili.

 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter