BISOGNI PUBBLICI

DEFINZIONE E CLASSIFICAZIONE DEI BISOGNI PUBBLICI

BISOGNI PUBBLICI

I bisogni collettivi sono, generalmente, soddisfatti dallo Stato o dagli altri enti pubblici: per questa ragione sono detti bisogni pubblici.

Di conseguenza, possiamo definire i bisogni pubblici come i bisogni soddisfatti, in un certo momento, dallo Stato o dagli altri enti pubblici.

I bisogni pubblici variano:

  • da uno Stato all'altro. Esempio: in un paese sottosviluppato alcuni bisogni, come l'istruzione, o la tutela della salute, possono non essere avvertiti come invece accade nei paesi più sviluppati;
  • in uno stesso Stato, nel corso del tempo. Esempio: i primi bisogni collettivi percepiti sono stati la difesa delle persone e dei loro beni, la conservazione della pace all'interno nel paese, la difesa dai nemici esterni, la costruzione di vie di comunicazione. Con il passare degli anni a questi iniziali bisogni se ne sono aggiunti altri come la coniazione della moneta, la diffusione dell'istruzione, la tutela della salute.

CLASSIFICAZIONE DEI BISOGNI PUBBLICI

I bisogni pubblici possono essere distinti in:

  • bisogni che, per la loro natura, possono essere soddisfatti solamente dallo Stato. Esempio: l'ordine pubblico, l'amministrazione della giustizia, la difesa dei confini;
  • bisogni che, pur potendo essere soddisfatti dai privati, è preferibile che siano soddisfatti dallo Stato o dagli altri enti pubblici che possono fornirli ad un minor costo sociale. Esempio: vie di comunicazione, opere pubbliche;
  • bisogni che, pur potendo essere soddisfatti dai privati, è preferibile siano soddisfatti dallo Stato o dagli altri enti pubblici in modo da garantire il soddisfacimento di tutti gli individui. Esempio: istruzione gratuita.

 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter