IL TERRITORIO

ELEMENTI COSTITUTIVI DELLO STATO

NOZIONE DI TERRITORIO

Il territorio è uno degli elementi costitutivi dello Stato.

Per territorio si intende quella parte di terra, sulla quale è stanziato il popolo e sul quale lo Stato esercita la sua sovranità.

Quando parliamo di territorio, non intendiamo solamente la terraferma, ma ci riferiamo anche alle acque territoriali, al sottosuolo e allo spazio aereo. La sovranità nazionale, infatti, non riguarda la sola terraferma.

LA TERRAFERMA

La terraferma comprende tutte le acque che vi scorrono. Esempio: laghi, torrenti, fiumi, canali, mari interni.

LE ACQUE TERRITORIALI

Le acque territoriali sono una striscia di mare che bagna le coste dello Stato.

L'estensione delle acque territoriali varia a seconda degli Stati. In Italia, il limite delle acque territoriali è di 12 miglia che corrispondono a circa 22.000 metri dalla costa.

Al di là delle acque territoriali vi sono le acque internazionali in cui non viene esercitata la sovranità da parte di nessuno Stato.

IL SOTTOSUOLO

Per sottosuolo si intende lo spazio che si trova al di sotto della terraferma o delle acque continentali. Il sottosuolo può assumere particolare importanza, per lo Stato, in quanto può essere ricco di risorse minerarie o petrolifere che esso può sfruttare.

La sovranità dello Stato si estende fino alle profondità che possono essere concretamente sfruttate dal punto di vista economico.

L'ATMOSFERA E LO SPAZIO AEREO

L'atmosfera terrestre che si trova al di sopra della terraferma e delle acque continentali fa parte del territorio dello Stato: qui si estende lo spazio aereo. Uno Stato, poiché esercita la sua autorità su tale spazio, può impedire che gli aerei di un altro Stato vi circolino.

Al di là dell'atmosfera terrestre, invece, inizia lo spazio cosmico che non appartiene ad alcuno Stato.

I CONFINI

I confini di uno Stato separano lo Stato stesso da quelli limitrofi.

Essi possono essere di due tipi:

  • confini naturali;
  • confini convenzionali.

I confini naturali sono rappresentati da elementi geografici, come un fiume, una catena montuosa.

I confini convenzionali sono quelli fissati tramite accordi tra gli Stati confinanti.

NAVI E AEREI

Fanno parte del territorio nazionale anche:

  • le navi mercantili che navigano nelle acque internazionali;
  • gli aerei civili che sorvolano territori non soggetti alla sovranità nazionale di nessuno Stato.

Esempio: se, su una nave mercantile italiana che naviga nelle acque internazionali, viene commesso un delitto, si applicano le norme giuridiche italiane. Se, invece, il delitto è commesso entro le acque territoriali Australiane, si applicano le norme giuridiche dell'Australia.

Un discorso diverso va fatto, invece, per le navi da guerra e per gli aeromobili militari: essi si considerano parte del territorio nazionale anche quando si trovano nelle acque territoriali di un altro Stato o quando sorvolano un territorio straniero. A bordo di essi si applicano le norme dello Stato a cui appartengono, ovunque essi si trovino.

Esempio: se, su una nave militare italiana viene commesso un delitto, si applicano, in ogni caso, le norme giuridiche italiane a prescindere dal luogo in cui la nave si trova.

Per questa ragione, si parla di territorio flottante o fluttuante dello Stato, per indicare:

  • le navi mercantili e gli aerei civili quando si trovano nelle acque internazionali o sorvolano lo spazio aereo che non sovrasta alcuno Stato;
  • in ogni caso, le navi e gli aerei militari.

Extraterritoriale è, invece, qualcosa che pur trovandosi sopra il territorio di uno Stato, va a formare il territorio di un altro Stato. Esempio: le navi da guerra italiane che si trovano nelle acque territoriali di un altro Stato.

IMMUNITA' TERRITORIALE

Le sedi diplomatiche godono dell'immunità territoriale. Questo significa che, pur trovandosi nel territorio di uno Stato, appartengono ad un altro Stato.

Esempio: l'ambasciata italiana in USA fa parte del territorio italiano e non di quello statunitense.

Il personale diplomatico che lavora presso uno Stato estero, come consoli e ambasciatori, svolgono le proprie mansioni in piena autonomia. Nelle ambasciate non è consentito l'ingresso delle forze dell'ordine del paese che le ospita, a meno che ciò non sia autorizzato dal responsabile della sede diplomatica.

 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter