LA MONARCHIA

FORME DI GOVERNO

NOZIONE DI MONARCHIA

Il termine monarchia viene dalle parole greche:

  • mònos, ovvero solo;
  • e arché, cioè potere.

Si parla di monarchia per indicare la forma di governo nella quale la sovranità appartiene al re.

In genere la monarchia è ereditaria, cioè il sovrano accede a tale carica per eredità: in pratica, il trono si tramanda da un componente all'altro della stessa famiglia. L'ordine di successione è stabilito dalla legge: il criterio più diffuso è quello in base al quale, succede al trono, il primogenito. Altri criteri, però, possono essere previsti come, ad esempio, la legge può stabilire che siano i soli figli maschi ad avere diritto al trono o può prevedere che esso spetti anche alle figlie femmine.

La monarchia, però, può essere anche elettiva, cioè il sovrano accede a tale carica in quanto eletto, in genere da un collegio ristretto. Un esempio di monarchia elettiva fu quella che si ebbe nell'antica Roma.

MONARCHIA ASSOLUTA, COSTITUZIONALE E PARLAMENTARE

A seconda del modo in cui si configura il potere del re, la monarchia può essere:

  • monarchia assoluta;
  • monarchia costituzionale;
  • monarchia parlamentare.

MONARCHIA ASSOLUTA

Si parla di monarchia assoluta nel caso in cui tutti i poteri sono nelle mani del monarca che non è sottoposto al controllo di alcuno ed è considerato re per grazia divina.

Esempi di monarchie assolute si sono avuti, in Europa:

  • in Inghilterra, fino al 1689;
  • in Francia, fino alla Rivoluzione francese;
  • in Spagna e in Olanda, fino all'inizio del 1800.

Attualmente questa forma di governo è scarsamente diffusa: troviamo una monarchia assoluta in Arabia Saudita.

MONARCHIA COSTITUZIONALE

Nelle monarchie costituzionali il potere del re è limitato:

  • da una Costituzione, nella quale sono riconosciuti i diritti fondamentali dei cittadini;
  • dalla presenza del Parlamento i cui membri sono eletti dal popolo.

Il potere legislativo spetta al sovrano insieme con il Parlamento, mentre il potere esecutivo compete solamente al re.

Un esempio di monarchia costituzionale è dato dallo Stato italiano nel periodo compreso tra il 1861 al 1948, data di entrata in vigore della Costituzione repubblicana.

Molte delle monarchie del XIX secolo sono state monarchie costituzionali, trasformatesi nel XX secolo in monarchie parlamentari.

La prima monarchia costituzionale è stata quella inglese del 1689.

MONARCHIA PARLAMENTARE

Nella monarchia parlamentare il potere legislativo spetta al Parlamento che viene eletto a suffragio universale.

Il potere esecutivo spetta al Governo.

Il sovrano ha soprattutto un ruolo rappresentativo: egli è simbolo dell'unità nazionale. In genere, i suoi poteri si limitano:

  • alla nomina del Capo del Governo e dei ministri;
  • al comando delle forze armate;
  • alla promulgazione delle leggi.

Attualmente, la maggior parte delle monarchie, sono monarchie parlamentari come accade in Inghilterra, in Olanda, in Belgio e in Norvegia.

 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter