ERRORE VIZIO ED ERRORE OSTATIVO

L'ERRORE NEL DIRITTO PRIVATO

NOZIONE DI ERRORE

Il termine errore è comunemente usato per indicare uno sbaglio.

Nel diritto privato distinguiamo due tipi di errore:

  • l'errore vizio;
  • l'errore ostativo.

ERRORE VIZIO

L'errore vizio consiste in una mancata o imprecisa conoscenza di un fatto o di una norma giuridica.

L'errore vizio incide sul processo interno di formazione della volontà. In altre parole, se una parte avesse conosciuto esattamente la realtà non avrebbe stipulato un certo negozio giuridico o lo avrebbe stipulato a condizioni diverse.

Esempio: Tizio compra un terreno ad un dato prezzo ritenendolo edificabile. Se avesse saputo che non lo era non lo avrebbe comprato o lo avrebbe comprato ad un prezzo decisamente inferiore.

L'errore vizio è detto anche errore proprio.

ERRORE OSTATIVO

L'errore ostativo riguarda la dichiarazione di volontà o la sua trasmissione.

L'errore ostativo porta ad una divergenza tra la volontà interna e la dichiarazione di volontà.

Esempio: Tizio dichiara di acquistare il fondo X mentre intendeva acquistare il fondo Y.

L'errore ostativo è detto anche errore improprio.

CONSEGUENZE DELL'ERRORE-VIZIO E DELL'ERRORE OSTATIVO

La differenza tra errore vizio ed errore ostativo era molto importante sotto il precedente Codice civile oramai abrogato.

Le norme allora in vigore ritenevano che:

  • l'errore ostativo, poiché eliminava del tutto la volontà, rendeva nullo il negozio giuridico;
  • l'errore vizio, dato che viziava la volontà, rendeva annullabile il negozio giuridico.

L'attuale Codice civile ha equiparato gli effetti dell'errore ostativo a quelli dell'errore vizio: in entrambi i casi il negozio è annullabile se l'errore è essenziale e riconoscibile.

 
 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter