INTERDIZIONE TEMPORANEA

CASI DI INTERDIZIONE TEMPORANEA

PENA ACCESSORIA

L'interdizione temporanea rappresenta una pena accessoria che si applica a coloro che hanno commesso determinati reati.

Essa, proprio come l'interdizione legale, è prevista dalla legge e non richiede l'emanazione di un provvedimento da parte del Tribunale.

VARI TIPI DI INTERDIZIONE TEMPORANEA

Il Codice penale prevede varie fattispecie di interdizione temporanea:

  • l'interdizione dai pubblici uffici che, oltre che temporanea può essere anche perpetua (art.28 Codice penale);
  • l'interdizione da una professione o un arte (art.30 Codice penale);
  • l'interdizione per abuso di pubblico ufficio (art.31 Codice penale);
  • l'interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese (art.32-bis Codice penale).

INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI

L'interdizione dai pubblici uffici è una pena accessoria prevista nei casi di:

  • condanna all'ergastolo. In questo caso la pena accessoria è rappresentata dall'interdizione perpetua dai pubblici uffici;
  • condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a 5 anni. Anche in questo caso la pena accessoria è rappresentata dall'interdizione perpetua dai pubblici uffici;
  • condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a 3 anni che comporta l'interdizione temporanea dai pubblici uffici per la durata di 5 anni.

L'interdizione, sia perpetua che temporanea, dai pubblici uffici determina la perdita:

  • dell'elettorato attivo e passivo;
  • di ogni pubblico ufficio;
  • dell'ufficio di tutore o curatore;
  • dei gradi e delle dignità accademiche, dei titoli, delle decorazioni o di altre pubbliche insegne onorifiche;
  • degli stipendi, delle pensioni e degli assegni che siano a carico dello Stato o un altro ente pubblico;
  • di ogni diritti onorifico.

Oltre alla perdita di tali diritti, quando essi sono già detenuti, si ha anche la perdita della capacità di assumerli o acquisirli.

Nell'interdizione perpetua la perdita è per tutta la vita, mentre nell'interdizione temporanea essa è per la durata della reclusione.

INTERDIZIONE DA UNA PROFESSIONE O ARTE

L'interdizione da una professione o arte priva il condannato della capacità di esercitare, durante l'interdizione:

  • una professione;
  • un'arte;
  • un'industria;
  • un commercio;
  • un mestiere

per cui è richiesto uno speciale permesso, o una abilitazione o una licenza.

L'interdizione non può avere una durata inferiore ad un mese, né superiore a 5 anni, salvo i casi espressamente previsti dalla legge.

INTERDIZIONE PER ABUSO DI UFFICIO

La condanna per delitti commessi con abuso di pubblico ufficio o violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione comporta l'interdizione temporanea dai pubblici uffici.

NTERDIZIONE DAGLI UFFICI DIRETTIVI DELLE PERSONE GIURIDICHE E DELLE IMPRESE

Chi è condannato alla reclusione non inferiore a 6 mesi per delitti commessi con abuso di potere o violazione dei doveri inerenti l'ufficio è interdetto dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese.

Tale interdizione priva il condannato della capacità di esercitare, per il periodo dell'interdizione gli uffici di:

  • amministratore;
  • sindaco;
  • liquidatore;
  • direttore generale;
  • dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili della società;
  • ogni altro ufficio con poteri di rappresentanza della persona giuridica o dell'imprenditore.

 
 
 

LezioniDiMatematica.net

EconomiAziendale.net

SchedeDiGeografia.net

StoriaFacile.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter