www.DirittoEconomia.net   
  Home Newsletter Contatti    
     

 

     
 

L'equilibrio del mercato monetario

Domanda e offerta di moneta

 

 

DOMANDA DI MONETA

La domanda di moneta può essere scissa in tre componenti:

  • domanda per il motivo delle transazioni;
  • domanda per il motivo precauzionale;
  • domanda per il motivo speculativo.

 

La domanda di moneta per le transazioni e per motivi precauzionali è in funzione del reddito, mentre la domanda di moneta per scopi speculativi è in funzione del tasso di interesse.

La funzione della domanda di moneta, quindi, può essere scritta nel modo seguente:

Md = M (Y, i)

dove

M è la domanda di moneta

Y è il reddito

i è il tasso di interesse.

 

 

CURVA DELLA DOMANDA DI MONETA

Ora vogliamo rappresentare, sugli assi cartesiani, la curva della domanda di moneta.

Supponiamo che il livello del reddito sia fisso e sia pari ad Y0. Dato il reddito Y0, la domanda di moneta è in funzione del tasso di interesse: la domanda di moneta cresce quando si riduce il tasso di interesse e viceversa. La curva della domanda di moneta è:

 

Domanda di moneta

 

Ora, ipotizziamo che il livello del reddito aumenti, passando da Y0 a Y1 . La domanda di moneta per motivi di transazioni e precauzionali aumenterà. Di conseguenza, a parità di tasso di interesse, la domanda di moneta sarà maggiore: questo significa che la curva subirà una trasposizione verso l'alto.

Domanda di moneta

Così, ad esempio, se il reddito è pari a Y0 e il tasso di interesse è pari a i0, la domanda di moneta è M0.

Se il reddito aumenta è passa ad Y1, fermo restando il tasso di interesse i0, la domanda di moneta cresca e diventa M1.

Se il reddito dovesse aumentare ulteriormente e passare a Y2, dato sempre il tasso di interesse i0, la domanda di moneta diverrebbe M2 maggiore di M1.

Domanda di moneta

 

 

OFFERTA DI MONETA

L'offerta di moneta è fissata dalle autorità monetarie che dispone di vari strumenti per controllare la quantità di moneta in circolazione, come le operazioni sul mercato aperto, la variazione della percentuale di riserva obbligatoria, ecc..

L'offerta di mercato, quindi, non dipende dai meccanismi del mercato, pertanto può essere considerata come un valore dato.

Possiamo quindi dire che:

Ms = k

dove

Ms è l'offerta di moneta

k è una costante.

 

Sugli assi cartesiani riportiamo sull'asse delle ascisse l'offerta di moneta e sull'asse delle ordinate il tasso di interesse. Poiché l'offerta di moneta è costante, ed indipendente dal tasso di interesse, la sua curva è una retta parallela all'asse delle y: al variare del tasso di interesse l'offerta di moneta non varia. 

Supponiamo che la nostra k sia pari al segmento OA. Graficamente avremo:

 

Offerta di moneta

 

 

EQUILIBRIO DEL MERCATO MONETARIO

L'equilibrio sul mercato monetario si ha quando la domanda e l'offerta di moneta si uguagliano.

Riportiamo sugli assi cartesiani sia la curva della domanda che quella dell'offerta di moneta. Il punto di intersezione tra le due curve rappresenta il punto di equilibrio del mercato. Ovvero:

 

Equilibrio del mercato monetario

Il tasso di interesse di equilibrio è rappresentato dal segmento OB.

 

TASSO DI INTERESSE DIVERSO DAL TASSO DI EQUILIBRIO

Vediamo ora cosa accade quando il tasso di interesse è diverso rispetto al tasso di equilibrio.

Se il tasso di interesse è superiore rispetto al tasso di equilibrio, ad esempio se il tasso di interesse è pari ad OC, la domanda di moneta sarà inferiore rispetto all'offerta, infatti 

OD < OA.

Coloro che detengono moneta in eccesso cercheranno di liberarsene acquistando beni o titoli.

Interesse di mercato superiore al tasso di interesse di equilibrio

 

L'aumento della domanda di beni reali può portare ad un aumento del reddito oppure ad un aumento dei prezzi dei beni.

L'aumento della domanda di titoli porta ad un aumento delle loro quotazioni e, di conseguenza, ad una diminuzione del loro rendimento, ovvero del tasso di interesse.

L'aumento del reddito fa aumentare la domanda di moneta. Anche la diminuzione del tasso di interesse fa aumentare la domanda di moneta. Questo meccanismo continuerà fino a quando la domanda di moneta tornerà ad essere uguale all'offerta di moneta.

 

Se il tasso di interesse è inferiore rispetto al tasso di equilibrio, ad esempio se il tasso di interesse è pari ad OF, la domanda di moneta sarà superiore rispetto all'offerta, infatti 

OG > OA.

Gli operatori, allora, vorranno aumentare la loro liquidità e di conseguenza ridurranno l'acquisto di beni e di titoli.

Interesse di mercato inferiore al tasso di interesse di equilibrio

 

La riduzione della domanda di beni può portare ad una diminuzione del reddito oppure ad ad una diminuzione dei prezzi dei beni.

Il calo della domanda di titoli porta ad una riduzione delle loro quotazioni e, di conseguenza, ad un aumento del loro rendimento, ovvero del tasso di interesse.

La diminuzione del reddito fa diminuire la domanda di moneta. Anche l'aumento del tasso di interesse fa diminuire la domanda di moneta. Questo meccanismo continuerà fino a quando la domanda di moneta tornerà ad essere uguale all'offerta di moneta.

 

 

Equilibrio del mercato monetario

 

 

Indice argomenti su domanda ed offerta di moneta - mercato monetario e mercato finanziario

 
 
 

Argomenti:

 
- Diritto
 
- Economia
 
Glossario:
- Glossario di diritto

A - B - C - D - E - F - G - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V

- Glossario di economia

A - B - C - D - E - F - G - H - I -  J - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Z

 
Test:
 
 

www.LezioniDiMatematica.net

 
www.EconomiAziendale.net

 
www.SchedeDiGeografia.net

 
www.StoriaFacile.net

 
www.LeMieScienze.net

 
www.MarchegianiOnLine.net

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della L.n.62 del 07.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681